Posti da visitare

Monte Jato area archeologica San Cipirello

Il sito,  fortificato dalla natura su tre lati da ripide pareti rocciose, è raggiungibile solamente da est attraverso un pianoro contiguo.
Esso si trova a m. 852 s.l.m. e domina la valle dello Jato. Fu frequentato ininterrottamente in eta’ protostorica e sino all’alto Medioevo.
Il sito ospita i resti di Ietas (latino) o Iaitas (greco) presso gli abitati moderni di San Cipirello e San Giuseppe Jato.
E’ un centro indigeno che venne ellenizzato nel VI sec. a.C. e fu interamente ricostruito alla fine del IV sec.a.C. dopo l’occupazione punica.
Dalle fonti letterarie si sa che Iaitas fu assalita dalle armate di Pirro, nel corso della spedizione in Sicilia, e che gli abitanti consegnarono la città ai romani dopo avere espulso il presidio cartaginese.
Fu civitas decumana e  uno dei 50 centri urbani più importanti della Sicilia.
La città fu abbandonata nel 1246 quando venne distrutta dalle truppe di Federico II nel corso d una rivolta delle popolazioni musulmane.
Il Parco Archeologico, da qualche anno risistemato, rende agevole la visita ai resti in luce. Dalla strada di accesso si arriva all’Agorà (piazza), a nord-ovest.
E’ un’ampia area rettangolare di m.50×40  delimitata lungo i lati est-nord ed ovest da portici colonnati realizzati a più riprese nel corso del IV sec. a. C.. Da questi portici ci si immette in edifici pubblici più o meno conservati.
fonte :http://www.cittametropolitana.pa.it/

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *